è un vizio della specie

il ricercare sempre
il fine ultimo
il succo estremo
la ferma convinzione
che non sia il nulla
esteso all’orizzonte
degli eventi
concretizzare
agli occhi
al fare eseterrefatto
una certezza labile
materizzare
il nodo prioritario
del sistema
da cui dipende
la connessione al resto
e ricercare
la prima relazione
il postulato unico
definitivo
del d’io deluso
ad ogni estrema proiezione
nella certezza lenitiva
di un’opinione
quanto mai diffusa
a stati limite
tracce sedimentate
nella memoria di massa

Annunci

, , ,

  1. #1 di fiak il 2 ottobre 2007 - 00:06

    Apolide di nuovo complimenti, se è tua, lasciatelo dire, scrivi divinamente, se non è tua complimenti per lo scopiazzamento di lusso…

  2. #2 di apolide il 2 ottobre 2007 - 15:11

    No, no…è farina del mio sacco.
    Grazie della lettura.

    ciao

  3. #3 di stellasolitaria il 12 gennaio 2009 - 14:06

    e mi ritrovo in ufficio, da sola, ad interrompere il mio pranzo x leggere le tue parole a voce alta…una coincidenza leggere una poesia come questa in un momento così particolare della mia vita…
    …semplice nel suo intrigo…semplicemente bellissima….

  4. #4 di apolide il 12 gennaio 2009 - 17:49

    Qui stavo ancora cercando, quel qualcosa, quel pulsare, quell’energia sottesa al tutto…

    Adonai

    Apo

  5. #5 di stellasolitaria il 12 gennaio 2009 - 18:04

    io l’energia pulsante l’ho trovata solo in me stessa…saro’ egocentrica saro’ piena di me ma è così…l’ho detto è un momento particolare della vita…un momento in cui decidi che sei troppo grande per credere ancora nei fantasmi…e decidi di fare un bel falo’ e tu non ti fermi a guardarlo no, inizi a correre correre lonano..e senti il calore del fuoco e corri corri corri…io sto ancora correndo….

  6. #6 di apolide il 12 gennaio 2009 - 18:16

    Capita di voler o dover tirare una linea. Ci vuole molto coraggio per farlo, ma quando sei lontano, da quel grande falò, e lo guardi soddisfatto levare alte fiamme, è bello. Forse mi trovo in una condizione simile.

    Ma non bisogna pensarsi come il centro del tutto. Il tutto esiste anche senza di noi. Dobbiamo quindi relazionarci ad esso.

    Adonai

    Apo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: