labili righe di testo

disperse in bit nei server
transitano emozioni
tracce impersonali
recitate a soggetto

da sconosciuti proprietari di identità digitali differenti, ed afferenti informazioni proiettive, gesti elettronici, ormai del quotidiano

Caratteri assemblati
quasi a caso
veicolano ancestrali desideri
repressi ad attimi
sfuggite analisi
del poter essere
del divenire
altro, e poi mutare
ancora meta-pelle

Gioco diffuso, nel vivere di rete la perdita del centro, girovagare sparso nelle storie di chi si affanna a emergere improbabili sovresposizioni

Spasmodica lettura
di ovvietà
concretizza esiti gassosi
alimentando il flusso
ridondante di dati

Entropia estesa a relazioni, che impongono al vissuto contatti epicircuitali, fugaci mescolanze transitorie di pulsioni, scambi di visite virtuali

Stimolazioni elettrodigitali
dei sensi, poco sedimentate
fuggitive e ladre
superficiali

E un’aria umida, di notte proto-autunnale, intrusa di finestra, a sigarette, apre narici, socchiude gli occhi, guida la mano

> pulsante avvio
> chiudi sessione
> spegni il computer
> esci

Annunci

, , , , , ,

  1. #1 di Eulalia il 3 ottobre 2007 - 21:47

    Mi piace molto il tuo stile. Tornero’ a leggere con calma! 🙂

  2. #2 di apolide il 4 ottobre 2007 - 12:25

    E il tuo blog è davvero interessante… la terza persona, costante di tutte le tue narrazioni, dona un pizzico di mistero che non guasta mai…

  3. #3 di Michela il 4 ottobre 2007 - 17:22

    le stimolazioni fuggitive e ladre fanno si
    che si tornerà
    a spingere quello stesso tasto, Apolide.
    Avvio.
    E ricominciare ad interpretare nuvole scaturite da esiti gassosi.

  4. #4 di apolide il 4 ottobre 2007 - 20:53

    Mica detto…

    > pulsante avvio
    > chiudi sessione…

    ciao 🙂

  5. #5 di Michela il 5 ottobre 2007 - 15:13

    non mi sembra.
    Sei qui.
    😉

  6. #6 di apolide il 5 ottobre 2007 - 22:03

    Eh, si sono di nuovo qui…ma fuggo via subito…ciao occhibè

  7. #7 di arie_60 il 8 ottobre 2007 - 08:00

    Complimenti ciò che scrivi mi fa riconoscere nelle tue splendide parole.

  8. #8 di apolide il 8 ottobre 2007 - 13:06

    @arie_60: la perdita del centro ti consente di comunicare facilemtnte e con tutti, ma il livello della comunicazione -purtroppo- spesso si abbassa…

  9. #9 di luna il 2 novembre 2007 - 16:48

    complimenti…..sono forti sensazioni ciò ke esprimono i tuoi versi…davvero belli.ciao Luna.

  10. #10 di apolide il 2 novembre 2007 - 17:23

    E grazie a te, luna, di avermi letto.

    ciao

    Apolide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: