diapason

i bambini

giocano

con le forme

del nulla

c’è una luce

forse

che scava

dentro di essi

e distingue il singolo

dal tumulto

che sta per avvenire

estingue

tinge i platani

dall’uragano

le pertiche sradicate

il catrame aperto

e dall’attesa,

che non c’è più

(lamia)

dei tempi passati

a macinare dati

oppure in fila

paziente

per avere

l’ultimo gioco

tecnologico

il tempo aumenta

il suo gradiente

di crescita

sconvolge le forme

tensioni dinamiche

curvano plastiche la materia

la scienza creerà nuovi (ir)reali

le macchine

entreranno nel corpo

come patch del genoma

poi, la codifica

dei pensieri

esisteranno carceri

quotidiane e pulite

strette e nascoste

come un io

che soffre s1lenzioso

ma se per la m4cchin4 è

p055ibile s0nd4r3 1l 53n50

l4 c0d1f1c4 d1ff0rm3

la 5t3g4n0gr4f1a d3ll’ 4nim0

la r1c3rc4 m3t45em4nt1c4

3 cr1p71c4

s4r4990 9u0v3 fr09713r3

(apolide)

Annunci

, , , , ,

  1. #1 di lamia82 il 27 gennaio 2008 - 12:16

    mi ti so fregata il titolo, apo..:)
    pubblicala pure tu

    un beso

  2. #2 di Luca il 27 gennaio 2008 - 13:06

    bella!

  3. #3 di bippy il 27 gennaio 2008 - 13:37

    La tua sensibilità acuta si rende profonda come un suono grave, il bambino coglie con lo sguardo,forse gioca, mentre il diapason del dolore, vibra nero come il catrame, vischioso come il bacio della morte che tinge i platani e sradica pertiche nell’uragano, in un impossibile attesa.

  4. #4 di apolide il 27 gennaio 2008 - 15:18

    Ti replico con un nuovo post.

    Apo

  5. #5 di apolide il 27 gennaio 2008 - 15:20

    Anzi, meglio, (saranno più leggibili): lo metto di seguito alla tua, qui.

    Apo

  6. #6 di greta il 27 gennaio 2008 - 22:28

    grazie luca
    bippy, il tuo commento rivela il tuo spessore poetico e umano….
    sei grande
    grazie

  7. #7 di Eulalia il 28 gennaio 2008 - 01:14

    E il naufragar m’ e’ dolce in queste cifre… 🙂

  8. #8 di emmanuelepilia il 28 gennaio 2008 - 23:38

    Tra l’altro è interessare vedere il deframmentarsi del calore del post di Lamia verso il codice freddo ed algido di apolide… 😉

  9. #9 di apolide il 29 gennaio 2008 - 01:30

    Grazie del freddo a algido: in effetti era voluto…ma che ne diciamo del tono acuto e dolente di Greta? E delle sue metafore “pesanti”?

    La natura nelle sue poesie segue il tormento interiore, e ne è partecipe manifestazione.

    Apo

  10. #10 di greta il 29 gennaio 2008 - 10:58

    grazie emmanuel, in effetti le due poesie, involontariamente unite, seguono un percorso termico e semantico di raffreddamento. 🙂
    il raffreddamento operato da apolide risponde alle sue intime esigenze di raccontare una contingente visione della realtà. e mi piace moltissimo operare i contrasti!!!
    anche apo, nelle sue poesie, contrappone moderno e primitivo, tecnologico e filosofico in maniera impareggiabile!

    :*

    un bacione e grazie delle visite

    lamia

  11. #11 di Michelangelo il 29 gennaio 2008 - 23:23

    leggendo il testo ho pensato a Matrix, il film. Sia per la forma che per i contenuti. In particolare la sostituzione ed il rapporto uomo/macchina e la sua visualizzazione attraverso numeri.

  12. #12 di apolide il 30 gennaio 2008 - 15:40

    @eulalia: nell’abbandono criptico c’è un certo compiacimento, ma anche la necessità di trovare codifiche alternative.

    @michi: il problema è che gli Dei ci saranno, saranno quelli che avranno un account di Amministratore di Sistema, ma saranno divinità contingenti. Sto scrivendo un breve, su questo tema, penso di postarlo presto…

    Apo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: