E’ strano

E’ strano

svegliarsi

con il creato addosso

con i carri e le conche travasate

sulle spalle

e sulla schiena

onnivoro

come il callo del primo uomo

che vuole amare

e non sa come farlo.

L’amore è un dono romantico,

e lì dove nasce

suda come sudano i narcisi,

a te,

che ami

le voci di tutti,

ed i timbri, e gli odori.

Annunci

, , , ,

  1. #1 di apolide il 9 marzo 2008 - 07:50

    Sì, mi piace molto, ma non concordo in toto con la tua visione di un amore sofferente e travagliato: l’amore è gioia di donarsi, e di ricevere un dono, soprattutto.

    Te lo ripeto qui: ma può un onnivoro (ritornare ad) essere monovoro? Secondo me, se ne vale la pena, sì 😉

    ciao

    Apo

  2. #2 di greta il 9 marzo 2008 - 14:58

    nn c’era sacrificio nella mia descrizione dell’amore, solo una constatazione di esclusività….
    cmq i monovori sono sempre ben accetti ;)))

  3. #3 di apolide il 9 marzo 2008 - 19:03

    E accettiamo[li](ci)…

    😉

    Apo

  4. #4 di nunzyconti il 11 marzo 2008 - 12:56

    L’amore come evoluzione….il dolore come mezzo.
    Come posso conoscere l’altro se non conosco me stessa..
    per far questo il mondo mi cade addosso,ogni qualvolta non mi piego alla banalità …e questo è già dolore..
    ciao apo e buona giornata

  5. #5 di apolide il 11 marzo 2008 - 15:49

    Nunzy, grazie, ma questa non è mia è di Lamia…

    ciao

    Apo

  6. #6 di greta il 11 marzo 2008 - 19:36

    bel commento nunzyconti!
    c’è la sofferenza, ma il sano dolore (non accetto mai il dolore fino a se stesso) di chi cerca una propria possibile proiezione, per trasmigrarla nel rapporto vero e proprio.
    Che cos’è amore se non ricerca?

    😉
    grazie del passaggio..
    besos

    Lamia

  7. #7 di greta il 11 marzo 2008 - 19:37

    ops…errata corrige
    “fine”

  8. #8 di Hendre il 28 marzo 2008 - 11:23

    sai gre! leggendo le cose che scrivi, mi viene in mente una poesia tratta dal gabbiere di alvaro mutiis che de andrè mise in musica. Dice:

    Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria
    con il suo marchio speciale di speciale disperazione
    e tra il vomito dei respinti muove gli ultimi passi
    per consegnare alla morte una goccia di splendore,
    di umanità, di verità.

    Ce ne dovrebbero essere di più di persone che
    viaggiano in direzione ostinata e contraria.
    Un abbraccio
    Frank

  1. Conches goings on » Blog Archive » Quick Roundup
  2. Conches goings on » Blog Archive » Quick scan of the net - conche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: