preghiera del tramonto

quando ormai
sarà nebbia
attorno al mio capo
quando gli occhi saranno
stanchi, le membra pesanti
e l’alito di vita lascerà il mio
corpo, sollevami, Signore, fammi leggero
come l’aria del mattino, come il riso di un bimbo
fà che il mio spirito salga, verso la Luce Splendente
che ho già intravisto una volta, in alto, nel tunnel
del transito, attratto e guidato da Te

Non farmi cadere lì, in basso, nel buio che attende chi non
potrà mai più ammirare il Tuo Volto
non perdermi al nulla

Guida  con la mano l’ascesa, fà che sia lenta e sicura
perdona i miei mille errori, non guardare i miei limiti
ma i rari frammenti di buono, se ne avrò lasciati laggiù
e ti prego, se il mio compito sarà terminato, se l’Alfa sarà
così unita all’Omega, finalmente, se il circolo sarà stato chiuso
e il mio misero essere sarà degno a vederti, non farmi tornare di nuovo

Annunci

, , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: