uomo gelo

uomo-gelo

Sono,
uomo gelo
pezzo da baraccone
davanti al viso
un giovane dolore
e polvere, alle mani
la finestra è murata
trenta giorni al mese
uomo di Babele
la lingua della mente
è differente
dalle loro parole
solo acqua salata
e pane sfatto
sulla tavola
nessuna voce squillante
e tempi lisi,
ciclici
mani che frugano
le tasche di sogni
dimenticati
uomo senza bocca
posto sopra uno scaffale
niente più giochi
solo gesti di comando
nella vecchia stanza
uomo di sguardi assenti
di storie inesistenti
che non sa scrivere
parole durature
e le lascia morire.

Mi osservo
dall’esterno,
uomo gelo
giro sempre gli occhi
verso la fessura di luce
uomo per errore
scherzo genetico
da non replicare
uomo di foglie secche
uomo di Babele.

Annunci

, , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: