Il rapporto tra tecnologia e arte (7) – Myron Krueger e i primi esperimenti di realtà artificiale

* Indice di tutti gli articoli su Arte e tecnologia in questo blog: qui *

La fase neotecnologica iniziata con il dopoguerra trova, con la nascita del computer, un nuovo, forte impulso che si rivela come una decisa accelerazione dell’innovazione tecnica: nascono prima l’elettronica portatile, quindi quella integrata. Seguirà, sul finire degli anni ’60, l’inizio della rivoluzione digitale e quindi l’avvento dei primi computer per uso personale.

In questo periodo si forma una nuova generazione di artisti, attratti dalle possibilità che erano aperte dall’ingresso in scena dei computer. Tra questi, Myron Krueger.

Videoplace, realizzato a partire dal 1975 e successivamente perfezionato in più riprese, è sicuramente lil suo lavoro più significativo.

E’ uno dei primissimi esempi di realtà virtuale, o meglio di realtà artificiale (come lo definiva l’artista) mai realizzati.

In Videoplace il computer aveva controllo sull’interazione tra il partecipante e gli oggetti grafici sullo schermo. Il computer poteva coordinare il movimento di un oggetto con le azioni del partecipante senza considerare necessariamente i limiti della realtà fisica: se la gravità agisce sul corpo fisico, nella realtà artificiale non riesce a controllare o a confinare l’immagine che avrebbe potuto galleggiare se fosse stato necessario. Questa installazione, col tempo, è stata perfezionata e diversi altri effetti sono stati via via aggiunti.

Quando Videoplace viene mostrata oggi i visitatori possono sperimentare ben 25 diversi programmi o schemi di interazione. Il cambiamento da un programma all’altro, di solito, ha luogo quando una nuova persona si muove di fronte alla telecamera.

Annunci

, , , , , , , , , , , , , ,

  1. #1 di Sergio Savini il 20 febbraio 2009 - 13:11

    Un articolo davvero interessante, ho trovato il tuo blog per caso, cercando materiale sulla computer art. Notevole. Hai altre fonti da segnalarmi, su questo argomento? Ne ho bisogno per la mia tesi.

    Grazie
    Sergio

  2. #2 di apolide il 20 febbraio 2009 - 15:48

    Ok, ho la tua mail: questi sono stralci della mia tesi di abilitazione, posso passarti diversi riferimenti, se vuoi… ti replico appena ho un attimo di tempo….

    Adonai

    Apolide

  3. #3 di Francesca il 18 marzo 2009 - 11:47

    anche a me servirebbe per la tesi!
    potresti mandarmi qualcosa?
    grazie!

  4. #4 di apolide il 19 marzo 2009 - 07:59

    Ok, ok…ragazzi, c’è la fila? Le tesi bisogna scriverle, che io vi invii la mia (che, dopo la revisione, sarà pubblicata) è piuttosto improblabile.

    Francesca, ti ho risposto in mail e mandato un po’ di roba. Buon lavoro…

    Adonai

    Apolide

  1. Il rapporto tra tecnologia e arte (8) – un essere transgenico come opera d’arte: GFP Bunny « Parole e immagini
  2. Il rapporto tra tecnologia e arte « Parole e immagini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: