appunti da Firenze – 3

Lungo Arno

Corpo stanco
e una insolita pace
dopo il pedalare
sui lungargini pigri
una sosta interiore
distesa nel verde,

[ciclisti che
passano, e sanno
ancora sorridere]

Si diffonde, lenta
nel petto, una nota
che invade tranquilla
ogni vaso
e tutte le membra
scoprono, sospese
di risuonare,


[abbandonate
sul placido prato
silenzio, attorno]

Il Sole, a Sud
delle Cascine
irradia calore vitale
fa splendere gli occhi,
l’erba e  il suo umido
odore


[fanno immergere
l’anima in questo
intimo godere]

L’Arno, accanto
scorre lento
testimone saggio,
silenzioso
vuole assommare
il calmo eu_vibrare
di questi istanti,

[come di immateriali
bolle, dissolversi
nell’aria primaverile]

Annunci

, , , , ,

  1. #1 di stellasolitaria il 14 marzo 2009 - 22:18

    Caro Apolide,

    leggera e profonda questa tua poesia. Leggendo le tue parole mi sembra di essere li con te, leggera e impalpabile.

    La vita è strana. La gente ci si incontra nel momento sbagliato e anche se dovesser esser cosa, alla fine non è. La vita…

    Domani vado a Londra per quattro giorni. Bisogno di staccare la spina. E’ un momento difficile al lavoro, mi sveglio nel mezzo della notte con gli incubi e poi non dormo piu, cosi alla sera crollo.

    Vorrei essere leggera ed impalpabile come la tua composizione, esserci ma essere invisibile, trasparente.

    Il tuo blog è uno dei miei preferiti, anche se non condivido il condividere questo spazio con altri autori. Per questo motivo ho detto no.

    Spero che continuerai a leggermi. Da qualche giorno sto scrivendo racconti. Una mia vecchia passione, anche se scrivo quasi sempre in poesia. Racconti di fantasia. Racconti sempllici.

    Ti aspetto Stella

  2. #2 di apolide il 17 marzo 2009 - 05:32

    Racconti tra l’osé e il relazionale? Racconti con una costante, quella dell’amore impossibile, quello della storia che parte perdente in partenza?

    No, grazie, non sono il mio genere…lo sai io scrivo in versi, e leggo quasi sempre in versi.

    Ti sei di nuovo involuta, stella…sei di nuovo in fuga.

    Adonai

    Apolide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: