tango – notturno

Ibis e sguardi
ricordi non confessati

Solcano l’etere
tradita
densa di senso

Alla porta della cavità
inviolata

Stanno rovistando i fianchi
dei monti non ancora
dimentichi e scossi

Come se fosse possibile
disperedere le vibrazioni fini
di una notte
di una fine d’inizio

Risuona ancora
monito, non speso
celui qui
tu vas oublier
tu vas tenter

, , ,

  1. tango – notturno | TuttoBlog.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: