viaggio astrale

Magritte - Il donatore felice (part.)

Ho guardato quel grano
di sale,
distante,
abitare il vuoto infinito

L’ho osservato,
nascosto, il ricordo
che fosse mio nido,
una volta,
che fosse mia casa,
ed io fossi su lui,
passeggero

Ho sentito,
soffuse,
eppure distinte,
le voci,
di ognuno degli ospiti
della piccola nave
che ruota,
nello spazio,
da un tempo remoto,
e perpetua
la vita

Pensieri,
catturavo,
affollavano,
un gioco di specchi
immagini tra loro
accostate,
i miei occhi
ne erano colmi,
ma ero lontano,
diffuso
oltre il tempo
e presente a ogni luogo

Ed il Tutto,
armonia che
è sottesa
ad ogni livello,
energia che è soffio
d’esistere,
risuonava nel petto

Ancora un istante…

poi una spinta,
che chiama al ritorno,
un parto al contrario,
inviluppo al cosciente

E il risveglio, la luce
del giorno appena iniziato

Annunci

, , , , , , , ,

  1. viaggio astrale » tagged, parole, archiviato, ancora, tutto, pensieri » tuttoblog.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: