le colonne d’Ercole

Risuona, il mondo
alla stessa frequenza
del nostro sentire

Noi coloriamo il giorno
con l’infinita gamma
delle nostre emozioni

Aprendo gli occhi
rendiamo all’intorno
il cuore assonante

E tutti siamo Uno,
scintille differenti
di uno stesso fuoco

Coscienza e vita
si fondono soltanto
per brevi istanti

Un fiotto lieve al cuore…

Di fronte al’ io, il Sé
e le colonne d’Ercole
del sentire profondo

Annunci

, , , , , , , , , ,

  1. #1 di poetyca il 10 agosto 2010 - 13:04

    Caro Apo, ti sono molto grata e tu sai perchè.
    Essere in sintonia, sulla frequenza del Cuore è cogliere come si possa innaffiare il seme della compassione, dell’accoglienza e della non separazione.
    Offrire una colorazione a quella fiamma che descrivi che momento dopo momento sa costruire la ” scala di Giacobbe” verso il Cielo ( il Sè) è ricerca di comprensione, di fusione tra mente e cuore, perchè non sia l’ego, la separazione e la paura a dettare le leggi
    ma il canto di quel Cuore che tutto armonizza e a tutto offre Amore.

    Un sorriso
    Daniela

  2. #2 di apolide il 10 agosto 2010 - 13:45

    Splendido commento… aggiungo solo che, immersi nella vita di tutti i giorni, solo di rado riusciamo a sfiorare, magari solo un istante,la splendida sensazione di sincronicità. Per tutto il resto del tempo siamo a correre, a correre…vivere vuol dire andare piano, fermarsi anche solo un secondo a osservare un dettaglio che altrimenti sarebbe perso, e non entrerebbe mai nel nostro tesoro emozionale…

    Grazie di esserti fermata da me.

    Apo

  3. #3 di poetyca il 10 agosto 2010 - 13:56

    Fermarsi…anche qui da te, è accogliere, guardare in profondità, non restare impigliati al passato, alle aspettative future ma assaporare l’essenza profonda di un istante, farlo decantare ( come il vino) e gustare l’aroma che sprigiona.
    Per fare questo non servono bilancini, compassi o metro, non serva valutare o comparare, la mente deve restare a riposo.
    Ogni momento vissuto, respirato, emozionato è un momento vivo!

    Un sorriso
    Daniela

  4. #4 di apolide il 11 agosto 2010 - 16:15

    Sì… in fondo le cose che poi lasciano traccia dentro di noi della nostra vita sono gli istanti distillati, gustati appieno…è tutto ciò che merita di essere regalato ai ricordi.

    Apo

  5. #5 di poetyca il 11 agosto 2010 - 17:46

    E se non fossero ricordi?
    Ma parte del nostro essere, dei sentimenti, talmente profondi da non cancellarsi? Se sai evocare un ricordo significa che esso – è presente – in te!

    Un sorriso
    Daniela

  6. #6 di apolide il 11 agosto 2010 - 22:18

    E’ presente in assoluto. Nel mondo, nell’universo…i ricordi sono parte del nostro Cosmo, esistono dentro e fuori di noi… mi stuzzica l’idea di scrivere qualcosa sui ricordi…ti saprò dire.

    Apo

  7. #7 di poetyca il 11 agosto 2010 - 22:57

    Le tue parole mi fanno venire in mente quanto lessi circa una sorta di serbatoio cormico chiamato Akasha, un concetto espresso dalla Socienta Teosofica di Madame Blavatsky.
    Una sorta di sincretismo tra Oriente ed Occidente e dunque si dice che alcune Conoscenza avvenivano per mezzo di un collegamento ( anche attraverso sedute medianiche) con la coscienza di persone trapassate, dunque molte cose sarebbero patrimonio comune – una sorta di internet con un archivio di informazioni a disposizione di tutti.
    Ma prima di credere del tutto a questo dovrei meglio comprendere come questo possa essere possibile.

    Il termne Akasha in sancrito siglifica etere.

    Il discorso è complesso
    ma qui forse trovi qualcosa:

    http://www.menphis75.com/la_reincarnazione.htm

    Un sorriso
    Daniela

  8. #8 di apolide il 14 agosto 2010 - 19:16

    Il reale ci appare
    filtrato dagli schemi
    oltre l’ovvio esistere
    la vera conoscenza

    Apo

  9. #9 di poetyca il 14 agosto 2010 - 19:36

    Oltre l’ovvio
    oltre quelle colonne d’Ercole
    attraversate le quali si diceva finisse il Mondo.
    Allora chi le attraversa ha il coraggio della ricerca.

    Un sorriso
    Daniela

  10. #10 di apolide il 14 agosto 2010 - 20:05

    E abbia inizio la ricerca…

    Apo

  11. #11 di poetyca il 14 agosto 2010 - 20:11

    La bussola è il Cuore
    e quando nel silenzio della notte
    le membra hanno riposo
    è nel firmamento incisa
    ogni risposta

    Un sorriso
    Daniela

  12. #12 di apolide il 14 agosto 2010 - 20:17

    l’orizzonte è lo spirito
    il timone, l’anima
    il legno, la vita…

    Apo

  13. #13 di poetyca il 14 agosto 2010 - 20:25

    Molto bella!
    Il barcaiolo conosce la rotta,
    non si fa ingannare da immagini lontane
    ma comprende che solo lui deve guidare e non far spezzare il timone.

    Vorrei condividere questo brano di Gibran al riguardo:

    Il Profeta
    di
    Kahlil Gibran

    Ragione & Passione

    […] E la sacerdotessa parlò di nuovo e disse: Parlaci della Ragione e della Passione.
    Ed egli rispose, dicendo:

    La vostra anima è spesso un campo di battaglia dove il giudizio e la ragione

    fanno guerra alla passione e agli appetiti.

    Vorrei essere il pacificatore della vostra anima,

    e trasformare la discordia e la rivalità dei vostri elementi in unità e armonia!

    Ma come potrò farlo, se non siete voi stessi i pacificatori, anzi, gli amanti di ogni vostro elemento?

    Ragione e passione sono il timone e la vela della vostra anima in viaggio.

    Se il timone o la vela si rompono, andrete sballottati alla deriva o resterete immobili in mezzo alle onde.

    Perché la ragione, se governa da sola, è una forza che limita;

    e la passione, lasciata incustodita, è una fiamma che brucia fino alla distruzione.

    Perciò la vostra anima esalti la ragione alle altezze della passione, così che possa cantare;

    E guidi la vostra passione con la ragione,

    affinché la passione possa vivere ogni giorno la sua resurrezione

    e come la fenice risorgere dalle sue ceneri.

    Vorrei che riteneste il giudizio e l’appetito come due ospiti ugualmente amati.

    Sicuramente non fareste più onore all’uno che all’altro; perché chi ha cura di uno solo,

    perde l’affetto e la fiducia di entrambi.

    In mezzo alle colline, quando sedete all’ombra fresca d’un pioppo,

    condividendo la serena pace di campi e prati lontani, fate che il vostro cuore dica in silenzio:

    “Dio riposa nella ragione”.

    E quando arriva la tempesta, e venti possenti squassano la foresta,

    e tuoni e fulmini proclamano la maestà del cielo,

    fate che il vostro cuore dica nello sgomento: “Dio si muove nella passione”.

    E poiché siete un soffio nella sfera di Dio, ed una foglia nella Sua foresta,

    dovreste riposare anche voi nella ragione e muovervi nella passione.

    Buona navigazione
    Daniela

  14. #14 di apolide il 15 agosto 2010 - 09:37

    Davvero un brano esemplare…

    Apo

  15. #15 di poetyca il 15 agosto 2010 - 23:03

    Sono totalmente d’accordo.
    Amo Gibran
    Un sorriso
    Daniela

  16. #16 di apolide il 16 agosto 2010 - 14:04

    E’ piaciuto così tanto anche a me, questa metafora, che ho voluto racchiuderla in una lirica appena pubblicata, con omaggio al Maestro, nei tag.

    Apo

  17. #17 di poetyca il 16 agosto 2010 - 14:33

    Ho letto ed apprezzato, lessi il libro ” Il Profeta” di Gibran anni fa e mi è capitato di doverlo commentare, voglio condividere con te quanto scrissi:

    http://poetyca.wordpress.com/2009/06/23/meditiamo-con-gibran/

    Un sorriso
    Daniela

  18. #18 di apolide il 17 agosto 2010 - 11:05

    Amo moltissimo Gibran…

    Apo

  19. #19 di poetyca il 17 agosto 2010 - 12:33

    Lo conoscevi allora?
    Anche io apprezzo molto i suoi scritti.

    Un sorriso
    Daniela

  20. #20 di apolide il 17 agosto 2010 - 13:07

    Certo che lo conoscevo…

    Apo

  21. #21 di poetyca il 17 agosto 2010 - 13:14

    Delle persone che conosco in rete non tutti lo hanno presente.
    Un sorriso
    Daniela

  22. #22 di apolide il 17 agosto 2010 - 17:09

    Lo conobbi grazie ai 100 pagine 1000 lire (li ricordi?). Lessi ‘il profeta’.

    Apo

  23. #23 di poetyca il 17 agosto 2010 - 17:13

    Si, ricordo l’iniziativa.
    Mi fa piacere che tale opportunità ti permise di leggerlo.

    Un sorriso
    Daniela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: