essere spirituali

Il reale, oltre ad apparire come immagine nella coscienza, è creato da ognuno di noi. Essere spirituali vuol dire risuonare frequenze sottili. Così facendo attuiamo due cambiamenti: noi stessi percepiamo migliore l’intorno, ma non solo. Essere spirituali vuol dire soprattutto migliorare il mondo nella sua struttura intima.

[Apolide]

Annunci

, , , , , ,

  1. #1 di Salvatore Armando Santoro il 30 settembre 2010 - 13:02

    Per me la spiritualità coincide con il sentimento, una emozione creata da noi stessi e che matura nella nostra coscienza senza condizionamenti esterni che possano inquinarla con false opinioni ideologiche o dottrinarie.
    In tal senso alle emozioni non possono essere posti paletti in quanto hanno bisogno di esprimersi nella massima libertà così come ogni singolo individuo li percepisce.

  2. #2 di apolide il 3 ottobre 2010 - 09:22

    Sono d’accordo con te, Salvatore. La spiritualità è un fatto personale, ma che, nella diversità delle esperienze può (e deve) essere condivisa, per allargarne gli orizzonti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: